CASA EDITRICE VALTROMPIA s.r.l.
martedì 04 agosto 2020 | 16:56
 Nr.4 del 13/02/2006
 
 Prima pagina
 Valtrompia
 I Magli di Sarezzo NEWS
 Attualità
 Spettacoli
 Turismo
 Sport
 Inserzioni
 Inserzioni gratuite
 Edizioni precedenti
 Home page

DIRETTORE RESPONSABILE:
Silvia Filippi
e-mail: direzione

REDAZIONE:
e-mail: redazione
e-mail: ACV

SEGRETERIA:
e-mail: segreteria
e-mail: segreteria ACV

GRAFICA:
ACV - Agenzia giornalistica pubblicitaria
e-mail: grafica
e-mail: grafica ACV

STAMPA:
Stampa Tipolitografia Pagani
Via Divisione Aqui, 10/12
25065 Lumezzane SS(BS)
Tel. 0308920276
E-mail: tip-pagani


CELLOFANATURA E SPEDIZIONE POSTALE
Coop Service srl
Via Napoleonica 7
Virle Treponti - Rezzato (BS)


Mini alloggi e alloggi protetti
Dal Sindaco Michele Gussago e dall’Assessore ai Servizi Sociali Carla Sabatti, sono state presentate ufficialmente due nuove opportunità proposte dall’Amministrazione Comunale di Gardone Val Trompia per gli anziani





L’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Gardone V.T. Carla Sabatti ha sottolineato come di fronte ad un bisogno concreto ed esplicito degli anziani gardonesi si sia cercato di trovare una risposta soddisfacente. Infatti la popolazione del territorio gardonese da anni si caratterizza per l'elevato numero di anziani, soprattutto per un numero significativo di "grandi vecchi". Gli ultra ottantenni a Gardone V.T. sono 527, di cui 392 femmine e 135 maschi. L'attenzione che l'Amministrazione Comunale pone nelle azioni volte a tutelare la vita degli anziani è perciò particolarmente decisa e intensa.
I servizi rivolti agli anziani, nel corso di questi anni, sono stati più volte verificati e potenziati e, ai servizi "storici" come l'assistenza domiciliare e il servizio pasti, se ne sono affiancati altri che fin dalla loro istituzione hanno contribuito a rispondere ai bisogni degli anziani e delle loro famiglie in modo efficace, come il Centro Diurno Integrato. Come ribadito più volte dal sindaco di Gardone V.T. Michele Gussago “...il livello dei servizi per gli anziani è ora completo”, in quanto si interviene sia a livello di prevenzione e di supporto, sia a livello residenziale e semi-residenziale.
L'obiettivo di queste continue azioni di verifica e riprogettazione dei servizi è quello di costruire interventi concreti di aiuto alla persona anziana sostenendola nella vita di tutti i giorni, tutelandone l'autonomia e procrastinando o evitando il ricorso alle strutture residenziali come la Casa di Riposo che, sempre di più, si caratterizza come servizio a favore di quegli anziani totalmente non
autosufficienti.

Ed è in questa lettura del territorio e dei suoi bisogni che si inseriscono le due nuove "opportunità" a favore degli anziani gardonesi.

Il primo servizio che il Comune vuole offrire è quello dei Minialloggi Protetti per Anziani, la bella struttura di via Parini 14, nelle immediate vicinanze della Casa di Riposo "Pietro Beretta" alla quale sono collegati. Ognuno dei 12 alloggi è costituito da una camera con due posti letto, un soggiorno con
parete attrezzata a cucina ed un bagno. Gli alloggi sono solo parzialmente arredati, in modo che ogni ospite possa personalizzare la propria nuova abitazione portando con sé alcuni degli oggetti e degli arredi che fanno parte del suo vissuto. Il servizio dei minialloggi si rivolge agli anziani
parzialmente autosufficienti, a coloro cioè che pur ancora in grado di badare a sé, necessitano tuttavia di aiuti finalizzati ad alleviare il carico della gestione domestica e abbisognano di aiuto alla cura personale o sorveglianza medica frequente.

Insieme all'alloggio gli ospiti possono usufruire del servizio pasti, del servizio lavanderia e della pulizia degli ambienti; possono avvalersi delle prestazioni mediche necessarie e di cure infermieristiche e fisioterapiche. Per gli ospiti, il servizio presenta il duplice vantaggio di offrire garanzie di sicurezza e tranquillità coniugando le necessità di cura sanitaria ed assistenza con la permanenza in un ambiente di vita personale. Lo stretto collegamento con la Casa di Riposo consente di mettere a disposizione degli ospiti personale qualificato dotato di esperienza specifica nella cura e nell'assistenza della persona anziana e attrezzature idonee. La retta per l'anno 2006, comprensiva di tutti i costi e delle prestazioni sopra citate, è pari a 1000 euro mensili. Il costo è a carico dell'ospite o dei suoi familiari, ma è possibile richiedere integrazione economica all'Amministrazione Comunale, sulla base di quanto previsto dal
Piano Socio Assistenziale.
Il Sindaco Michele Gussago afferma che “Di fronte ai problemi di bilancio dovuti alla finanziaria, i Comuni sono costretti a limitare i propri servizi. Noi abbiamo deciso di operare e investire per le fasce più deboli come gli anziani, le famiglie e i giovani”.
Per accedere al servizio dei Minialloggi Protetti, o semplicemente per avere informazioni dettagliate, è necessario rivolgersi ai Servizi Sociali del Comune di Gardone V.T. (tel. 030/8911583 interno 112 o 140) nei normali orari di apertura al pubblico.
Un'altra nuova struttura per anziani, che si aggiunge alla rete dei servizi del nostro territorio, è rappresentata dai nuovi 8 alloggi comunali realizzati in via 2 Giugno, nella frazione di Inzino. “Dotare la frazione di Inzino di nuovi alloggi pubblici era un obiettivo che c’eravamo dati da tempo e che ora diventa realtà” afferma l’Assessore ai Servizi Sociali, Carla Sabatti. Inzino, infatti, a differenza di altre zone del paese, risultava meno dotato di alloggi comunali ed era giusto colmare questa "carenza". Gli alloggi sono destinati agli anziani residenti nel Comune, singoli o in coppia. In questo senso l’amministrazione comunale ha voluto infatti aiutare questa fascia di cittadini che, non sempre, risulta essere sufficientemente tutelata dalle disposizioni regionali che regolano l'assegnazione degli alloggi pubblici e a cui le amministrazioni comunali debbono sottostare se hanno ricevuto contributi dalla Regione. In questo caso, avendo realizzato questa struttura con soli fondi dell'Amministrazione Comunale, si sono potuti creare un regolamento e un bando che sono svincolati dalla leggi regionali e che permettono di offrire questi alloggi agli anziani. Ogni alloggio ha una superficie di arca 60 mq. ed è composto da soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, bagno, ripostiglio, cantina e posto macchina. Il canone di locazione mensile sarà di circa 180 euro. Nell'ultimo consiglio comunale è stato approvato il regolamento per l'assegnazione di questi otto nuovi alloggi e, pertanto dopo la pubblicazione del bando di assegnazione, sarà possibile presentare domanda presso l’Ufficio Servizi Sociali del Comune. Possono presentare domanda le persone singole o le coppie di anziani che abbiano superato i 60 anni (o le persone che pur non avendo tale età siano disabili o invalide) e che siano residenti a Gardone. In caso di persona singola è necessario avere un reddito annuo lordo non inferiore a 9000 euro e non superiore a 18000 euro; la coppia deve avere un reddito non inferiore a 12000 euro e non superiore a 25000 euro. A seguito della presentazione delle domande, verrà predisposta una graduatoria e a ognuno verrà attribuito un punteggio che terrà conto del reddito (a minor reddito si attribuisce maggior punteggio), degli anni di residenza nel Comune (maggiore è il numero degli anni, maggiore sarà il punteggio), dell'età anagrafica, della presenza di eventuali disabilità o invalidità e delle condizioni dell'alloggio nel quale si è residenti al momento della domanda. Il bando per l'assegnazione degli alloggi con le esatte scadenze per la presentazione della domanda verrà pubblicizzato anche attraverso i tabelloni luminosi posti sul territorio comunale.
È possibile ottenere informazioni recandosi all'ufficio Servizi Sociali del Comune nei normali orari di apertura al pubblico o telefonando al numero 030/ 8911583 interno 112.

Registrazione Tribunale di Brescia n° 55/2004 del 15/12/2004  -  Sito internet realizzato da InternetSol di Comassi Luca