CASA EDITRICE VALTROMPIA s.r.l.
giovedì 01 ottobre 2020 | 10:47
 Nr.34 del 18/12/2006
 
 Prima pagina
 Valtrompia
 Attualità
 Sport
 Inserzioni
 Edizioni precedenti
 Home page

DIRETTORE RESPONSABILE:
Silvia Filippi
e-mail: direzione

REDAZIONE:
e-mail: redazione
e-mail: ACV

SEGRETERIA:
e-mail: segreteria
e-mail: segreteria ACV

GRAFICA:
ACV - Agenzia giornalistica pubblicitaria
e-mail: grafica
e-mail: grafica ACV

STAMPA:
Stampa Tipolitografia Pagani
Via Divisione Aqui, 10/12
25065 Lumezzane SS(BS)
Tel. 0308920276
E-mail: tip-pagani


CELLOFANATURA E SPEDIZIONE POSTALE
Coop Service srl
Via Napoleonica 7
Virle Treponti - Rezzato (BS)





Chiesto il ripristino del ministero del turismo
Si è svolta in Abruzzo la 74^ Assemblea dell’AIRA, l’Associazione che riunisce i dipendenti d’albergo di tutta Italia


   L'Hotel Esplanade


I lavori assembleari, presieduti da Nazario Altieri coadiuvato dal Segretario generale Mimmo Minichino, si sono svolti nella Sala Congressi dell’Hotel Ambassador di Tortoreto Lido con un prosieguo nella Sala Congressi dell’Hotel Esplanade di Pescara. Preziosa l’assistenza fornita dalle giovani allieve dell’Istituto Alberghiero di Teramo che sotto la guida dell’insegnante professoressa Rosaria Cuscito, si sono prodigate per assicurare a tutti gli ospiti la migliore ospitalità.
Scopo principale dell’AIRA è quello di promuovere un costante miglioramento del livello culturale, tecnico e professionale degli associati. “Ma non si vive di sola professionalità – dice il Presidente Altieri – ma la professionalità aiuta ad esprimerci meglio ed a vivere ancora di più la nostra dimensione lavoro, costruirla, mantenerla, consolidarla è l’obiettivo del nostro domani per essere sempre all’avanguardia nel turismo, contribuendo all’affermazione dell’Azienda Italia nel mondo”.
Nel corso dell’Assemblea è intervenuto anche SOLIDUS, un organismo che raggruppa le associazioni professionali del mondo dell’ospitalità e dell’accoglienza : dall’ADA, Associazione Direttori d’albergo all’AIBES, l’associazione italiana dei Barman, dall’AMIRA l’associazione dei Maitre italiani ristoranti ed alberghi alla FAIPA, la Federazione delle Associazioni italiane dei Portieri d’albergo, ed ancora tante altre: tutte insieme raccolgono più di un milione di persone.
Partendo dal presupposto che il turismo italiano rappresenta un fenomeno per molti versi unico a livello mondiale, un modello di successo ampiamente copiato all’estero quanto sottovalutato politicamente e professionalmente in Italia, i rappresentanti di Solidus, dopo aver ricordato che il turismo contribuisce al Prodotto Interno Lordo dell’Italia con un fatturato di 120 miliardi di euro che diventano 200 se si considerano i settori che forniscono prodotti e servizi all’intero settore della ricettività, hanno sottolineato con forza che il turismo italiano ha bisogno di un Progetto Turismo Italia che investa nell’accoglienza, sull’ospitalità, sulla formazione, sul lavoro e sul territorio. Per fare questo il Turismo italiano ha bisogno di un Ministero che focalizzi gli investimenti e gli sforzi pubblici (Comuni, Province, Regioni ed Unione Europea) e privati (industria, commercio, artigianato) tesi a sviluppare la cultura dell’accoglienza, dell’ospitalità e della conservazione e valorizzazione del patrimonio umano, culturale e naturale e che coordini a livello nazionale la gestione e la programmazione territoriale e della promozione delle 20 Regioni cui sono state demandate le competenze del settore.

Angelo Lo Rizzo


Registrazione Tribunale di Brescia n° 55/2004 del 15/12/2004  -  Sito internet realizzato da InternetSol di Comassi Luca