CASA EDITRICE VALTROMPIA s.r.l.
giovedì 01 ottobre 2020 | 10:55
 Nr.34 del 18/12/2006
 
 Prima pagina
 Valtrompia
 Attualità
 Sport
 Inserzioni
 Edizioni precedenti
 Home page

DIRETTORE RESPONSABILE:
Silvia Filippi
e-mail: direzione

REDAZIONE:
e-mail: redazione
e-mail: ACV

SEGRETERIA:
e-mail: segreteria
e-mail: segreteria ACV

GRAFICA:
ACV - Agenzia giornalistica pubblicitaria
e-mail: grafica
e-mail: grafica ACV

STAMPA:
Stampa Tipolitografia Pagani
Via Divisione Aqui, 10/12
25065 Lumezzane SS(BS)
Tel. 0308920276
E-mail: tip-pagani


CELLOFANATURA E SPEDIZIONE POSTALE
Coop Service srl
Via Napoleonica 7
Virle Treponti - Rezzato (BS)





Per la crescita formativa
All’Itis “Beretta” di Gardone Valtrompia in svolgimento interessanti e varie attività


   L'Itis di Gardone V.T.


La scuola in questi anni ha subito notevoli cambiamenti. Tra i più significativi vi è certamente quello riferito all’autonomia organizzativa e didattica, che permette una maggiore flessibilità e articolazione delle attività didattiche. Strettamente collegato a questo importante cambiamento, ve ne è un secondo altrettanto significativo: ogni scuola è chiamata a predisporre il proprio “Piano dell’Offerta Formativa” (Pof), ossia esplicitare la propria progettazione curricolare, extracurricolare, educativa e organizzativa, nonché ricercare metodologie didattiche ed organizzative che favoriscano la crescita culturale e formativa degli alunni. I docenti sono così chiamati a dar prova delle proprie capacità progettuali e culturali in un nuovo rapporto con il territorio e con i bisogni dei propri alunni.
Un aspetto qualificante il Piano dell’Offerta Formativa dell’Itis è la presenza di corsi pomeridiani di recupero per le varie discipline: alcuni sono già stati attivati, altri vengono svolti proprio in queste settimane.
Altro aspetto qualificante è l’attuazione di una serie di progetti e iniziative che interessano sia il versante più prettamente culturale che quello di indirizzo, a livello meccanico, informatico o elettronico.


Qui di seguito due significative attività.


STUDENTI DELL’ITIS ALLA ELETTROEXPO DI VERONA


Gli studenti delle classi 4B - 5B, 4C e 5C dell’Itis “Beretta” di Gardone V.T. hanno potuto usufruire di una grossa opportunità: visitare la 35 edizione di Elettroexpo di Verona, ossia quella che per importanza è una delle fiere più significative a livello nazionale per quanto riguarda il mondo dell’elettronica e del radiantismo.
Accompagnati dai proff. Gotti, Pangrazio, Barrano e Lippoli, gli studenti dell’Itis “Beretta” hanno potuto visitare i diversi stand allestiti presso la fiera di Verona.
Distribuita su una superficie di 12.000 metri quadrati, Elettroexpo è una manifestazione che propone l’ormai consueta e collaudata formula “esposizione-mercato”.
Gli studenti dell’Itis Beretta hanno dunque potuto prendere visione delle più aggiornate soluzioni che possono permettere alle aziende di aumentare la propria efficienza nel campo dell’informatica, dell’elettronica, della componentistica e delle radio comunicazioni.
Con la visita alla Elettroexpo di Verona, l’Itis Beretta ha iniziato quelle attività che caratterizzeranno in modo significativo l’offerta formativa in particolare per le classi del triennio di meccanica, di elettronica e di informatica, ossia la visita ad aziende presenti sul territorio e la partecipazione alle più importanti mostre e fiere nel campo meccanico, elettronico ed informatico.
È questo un modo importante per realizzare un sempre più preciso e puntuale raccordo tra scuola e territorio, tra scuola e mondo del lavoro e dell’impresa. La scuola, soprattutto una scuola tecnico-industriale come l’Itis Beretta, deve essere ben inserita nel proprio territorio e deve interagire puntualmente con la realtà produttiva. In caso contrario la scuola rischia di essere un’isola, una realtà avulsa dall’ambiente circostante. Allo stesso modo una scuola come l’Itis deve essere in grado di non disattendere i più significativi appuntamenti fieristici nei settori della meccanica, dell’elettronica e dell’informatica, al fine di far percepire concretamente agli alunni dove stanno portando le più recenti innovazioni e proposte.
L’Istituto Tecnico Industriale “C. Beretta”, con queste ed altre attività (ad esempio con le visite delle varie classi alle aziende), è impegnato ad interagire, in modo sempre più preciso e puntuale, con la realtà esterna alla scuola, in particolare con il mondo dell’industria e dell’artigianato, poiché sono questi gli ambiti verso cui si indirizza naturalmente un gran numero di nostri alunni una volta conseguito il diploma.

LA REALTÀ DEL SUD DEL MONDO E I PROBLEMI DELLA GUERRA


L’Istituto Tecnico Industriale “Carlo Beretta” di Gardone V.T. da diversi anni sta attuando significative ed impegnative iniziative che mirano da un lato ad educare alla solidarietà, alla tolleranza e alla mondialità, dall’altro a far comprendere e conoscere maggiormente la realtà che abbiamo attorno.
I relatori che sono intervenute negli anni scorsi ai diversi incontri programmati erano studiosi, professionisti, testimoni, ossia tutte persone qualificate e preparate, nonché impegnate in prima persona nell’attività sociale, nella solidarietà, nel volontariato.
Anche per il presente anno scolastico l’Itis Beretta ha messo in cantiere una ricca serie di iniziative per aiutare i propri studenti a comprendere sempre più a fondo il mondo di oggi ed i problemi che lo attanagliano.
In questi giorni tutte le classi prime dell’Itis “Beretta” hanno affrontato le tematiche del Nord e del Sud del Mondo, ossia la realtà degli squilibri fra Paesi ricchi e Paesi poveri, con l’intervento del sig. Claudio Treccani, già volontario in America latina ed ora esperto di animazione nelle scuole. Claudio Treccani ha fatto percepire ai ragazzi in che cosa consiste la distanza fra il Nord e il Sud del mondo, tramite delle attività e dei giochi di simulazione.
Le classi seconde e la classe quinta A hanno invece affrontato il tema della guerra, presente oggi in diversi paesi del mondo. Relatore su questa problematica, intervenendo a diversi incontri, è stato don Fabio Corazzina, coordinatore nazionale di Pax Christi, movimento cattolico internazionale per la pace. Don Corazzina, proprio per la sua attività in una realtà impegnata sui temi della pace, ha visitato diversi luoghi oggi interessati dai conflitti armati, a cominciare dall’Iraq, e pertanto ai ragazzi ha potuto portare la propria diretta testimonianza.
Coordinatrice di queste iniziative è stata la prof. ssa Bragaglio Paola, che si è avvalsa della collaborazione di tutti i docenti di Lettere, proff. Caminiti, Capuzzi, Rizzini, Palini e Pedretti Maria Grazia.
La proposta di questi incontri risponde ad una caratteristica specifica di ogni realtà scolastica, che prima di tutto deve educare i ragazzi ad essere cittadini del mondo consapevoli e responsabili. La modalità scelta è quella di far incontrare gli alunni non con dei teorici, ma con dei testimoni, con persone impegnate concretamente nei vari campi della vita civile e sociale.
Queste attività mirano anche ad arricchire l’offerta formativa della nostra scuola, in coerenza con le più recenti disposizioni ministeriali che chiedono alle diverse realtà scolastiche di essere protagoniste attive nella elaborazione e nella proposta di nuovi percorsi educativi e didattici.
La scuola dell’autonomia affida all’iniziativa degli insegnanti la possibilità di rispondere in modo originale e specifico alle esigenze che si rilevano negli alunni. La necessità di comprendere quanto accade attorno a noi è un bisogno che gli alunni manifestano continuamente. Questi momenti di riflessione e confronto su importanti problematiche vogliono dunque essere una risposta a questa precisa esigenza manifestata dai nostri studenti.


Registrazione Tribunale di Brescia n° 55/2004 del 15/12/2004  -  Sito internet realizzato da InternetSol di Comassi Luca